Lorem ipsum dolor amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus.

Baker

Follow Us:

Il mondo Rigato

Fenomeno snacking tra frutta secca e disidratata

Tutto il giorno fuori casa, a pranzo un panino al volo e adesso non ci vedo più dalla fame!

Come cambia lo snack degli italiani

Molti di voi ricorderanno la frase con cui oggi apriamo il nostro post. E’ la famosa pubblicità della Fiesta che in Italia, tra gli anni ’90 e i 2000, era l’emblema del modo di fare “merenda” degli italiani. Oggi quella modalità di snacking ci sembra lontana anni luce dalle nostre abitudini eppure gli spuntini spezza fame sono tra i momenti più importanti della nostra alimentazione quotidiana. Le merendine preconfezionate ricche di zuccheri, grassi e calorie vuote che ci fanno ingrassare, oggi lasciano il passo a snack più salutari e attenti al benessere del corpo e alla naturalità di quello che mangiamo.

snacking frutta secca Rigato

Frutta secca e disidratata: 2 alleati su cui contare

La vita frenetica l’abbiamo sempre avuta ma oggi, oltre agli stress collegati al lavoro, alla famiglia e allo studio, ci troviamo a fare i conti anche con quello legato alle attività social. Così ad esempio, se la fatidica prova costume è sempre stata un assillo, oggi con l’esposizione social si fa sempre più pervasiva e pressante. Per fortuna che abbiamo degli ottimi alleati su cui contare.

Di frutta secca e frutta disidratata,in questo nostro spazio ce ne occupiamo da tempo, ma oggi vogliamo trattarle in una maniera un po’ differente. Insieme ai semi oleosi, frutta secca e disidratata sono i protagonisti assoluti del fenomeno snacking (che è un modo un po’ più internazionale di chiamare la merenda 😊). Grazie a questi 3 superfood oggi è possibile realizzare degli snack dagli alti valori e apporti nutrizionali, indispensabili per affrontare con la giusta carica tutte le sfide della nostra giornata (senza per questo dover rinunciare al gusto).

frutta disidratata Rigato

2 ricette superfood da portare sempre con te

Oggi ti diamo 2 ricette per utilizzare nella maniera più corretta e golosa frutta secca e disidratata quando più ne hai bisogno. Sotto l’ombrellone, durante un trekking, in una pausa di lavoro o di studio, per prepararti ad un’intensa sessione sportiva o solo per golosità. Queste due ricette superfood saranno i tuoi più grandi alleati, da portare in borsa o in tasca, per un’estate al massimo.

Energy bar allo zenzero e mango disidratato

Le energy bar (barrette energetiche) sono un alimento in grado di fornire in maniera rapida l’energia e i nutrienti di cui si ha bisogno durante una pausa di lavoro o di studio, o in seguito ad un intenso sforzo fisico. Oggi te le presentiamo nella versione zenzero e mango disidratato, ma la bellezza delle barrette energetiche sta nel fatto che puoi realizzarne sempre di differenti, così il tuo gusto sarà sempre appagato.

barrette energeticheIngredienti per 15 barrette energetiche

Procedimento

Tritate grossolanamente zenzero, mango, albicocche, mirtilli e metteteli da parte. Fate scaldare in un pentolino il miele e quando inizia a bollire unite il riso soffiato (o il cereale soffiato che preferite). Mescolate per amalgamare bene gli ingredienti e dopo 3 minuti a fuoco dolce unite la frutta disidratata al composto di miele e riso soffiato. Tolto dal fuoco, è ora di foderare una teglia con carta da forno e versarci il composto ancora caldo. Aiutandovi con il dorso del cucchiaio spianate il composto all’interno della teglia foderata. Mettete la teglia in congelatore per ca. 45 min. e, una volta raffreddata, tagliate in 15 barrette. Le barrette energetiche allo zenzero e mango disidratato possono essere conservate in frigo in un contenitore chiuso di vetro o plastica per ca. una settimana.

Granola homemade di frutta secca e disidratata

La granola è l’alimento perfetto per la colazione ed è fatta di un mix di cereali, frutta secca, disidratata e semi oleosi dolcificati con zucchero, miele o sciroppi (agave o acero). Facile da realizzare a casa è aromatizzabile in base ai propri gusti e può essere conservata per averla sempre a disposizione.

granola Rigato

Ingredienti della granola fatta in casa

Procedimento

Per prima cosa amalgamate in una ciotola gli ingredienti secchi (avena, frutta secca tritata, semi oleosi). Una volta amalgamati unite il miele e l’olio di cocco fino ad ottenere un composto dalla consistenza sabbiosa e umida. Raggiunta la consistenza passate il composto su una teglia foderata con carta da forno distribuendolo in maniera omogenea su tutta la superficie. Infornate per dieci minuti in forno (preriscaldato) a 160°. Passati dieci minuti togliete la teglia dal forno e con l’aiuto di un cucchiaio, mescolate la granola stando attenti a non sbriciolarla. Infornate nuovamente per altri dieci minuti o per il tempo necessario a farla brunire. Ora la granola può essere tolta dal forno e lasciata raffreddare completamente. Sbriciolate con le mani e aggiungete il mix di frutta disidratata mischiando il tutto. La granola così ottenuta può essere conservata in un contenitore ermetico anche per 2 settimane in un luogo fresco e asciutto.

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?